CASTEL GANDOLFO – Ancora nessuna traccia del giovane disperso al lago

Quarto giorno di ricerche a Castel Gandolfo e ancora nessuna traccia del 33enne disperso al lago dopo che il suo materassino gonfiabile si era rovesciato facendolo finire in acqua.
I sommozzatori dei vigili del fuoco scandagliano i fondali nel punto dove il ragazzo è stato avvistato l’ultima volta. Videocamere subacquee, sonar e persino robot per facilitare l’eventuale individuazione del corpo a 20 metri di profondità. Sul posto anche la polizia di albano che ha avviato le indagini. (N.d.r. immagine di repertorio)