LATINA/ROMA – Operazione antiterrismo di Ucigos e Digos: cinque arresti e diverse perquisizioni

Cinque gli arresti complessivi eseguiti in data odierna dagli uomini della Ucigos , in collaborazione con agenti Digos di Roma e Latina, tuttora impegnati in una serie di perquisizioni atte ad accertare la presenza e l’operatività sul territorio di una cellula terroristica facente capo ad Anis Amri, il tunisino autore della strage di Berlino nel 23 dicembre del 2016. Anche i territori provinciali di Caserta, Napoli, Matera e Viterbo al centro di controlli. Tra i fermati un altro tunisino che, secondo le accuse, avrebbe dovuto procurare ad Amri i documenti falsi per mezzo dei quali lasciare l’Italia: il terrorista, infatti, dalla Germania aveva raggiunto, pochi giorni dopo l’eccidio, proprio il nostro Paese dove, in particolare a Sesto San Giovanni, era stato ucciso in un conflitto a fuoco con la Polizia. Tunisini anche gli altri quattro finiti in manette, a loro volta responsabili di aver ceduto documenti contraffatti ad almeno 100 migranti clandestini.

Potrebbero interessarti anche...