ANAGNI – Presentazione Progetto di Collaborazione Solidale

Sabato 2 dicembre, alle ore 11, nella Sala della Ragione è in programma un evento ideato e concretizzato grazie alla collaborazione tra il Comune di Anagni, il Centro Diurno Disabili, l’Associazione Disabili e l’istituto di Istruzione Superiore “G. Marconi”, dedicato alla “Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne e delle persone con disabilità “.

Verrà presentato il “Progetto di Collaborazione Solidale” con i saluti del sindaco  Fausto Bassetta, dell’assessore ai Servizi sociali e Pari opportunità Alessandra Cecilia, del Dirigente scolastico dell’Istituto “Marconi” Simona Scarsella e gli interventi del responsabile comunale dei Servizi Sociali, Natalina Pofi, e della dottoressa Laura Ciangola, psicologa del Centro Diurno  Comunale. Seguirà la presentazione dell’opera realizzata dagli studenti del Liceo Artistico dell’IIS “Marconi” in collaborazione con il Centro Diurno Disabili e Associazione Disabili: la fusione di due realtà decisamente importanti per la città.

Una realtà scolastico-formativa considerata una vera eccellenza e riferimento per tutto il comprensorio ed un Centro Diurno estremamente attivo che grazie anche alla collaborazione con l’Associazione Disabili segue costantemente le persone con disabilità proponendo iniziative sociali e di supporto anche alle famiglie.

<Alla base di questa iniziativa – ha dichiarato la professoressa Stefania Giammaria, referente del progetto – vi è la profonda convinzione che solo attraverso la condivisione si possa raggiungere un’inclusione fattiva e concreta. Questo percorso cerca non solo di superare ogni “diversità” ma di fare della stessa una risorsa, una ricchezza>.

L’Istituto “Marconi” si è già occupato più volte, negli anni scorsi, di tali temi con diverse iniziative.

Entusiasta l’assessore Alessandra Cecilia: <Ho creduto molto in questo progetto: il sociale è un tessuto molto complesso, che merita attenzioni particolari, necessita di sensibilità profonde. E chi più delle giovani generazioni può contribuire ad abbattere le barriere del pregiudizio? Spero, e ne sono certa, che questa collaborazione possa proseguire nel tempo: l’opera che sarà donata ed esposta presso il Centro Diurno, sintetizza e racchiude un valore prezioso che resterà nel tempo e nella storia, una storia fatta di persone che dicono “no” alla  violenza sulle donne e alle barriere sociali che tentano di arginare la diversità. Voglio ringraziare l’istituto “Marconi” che ha reso possibile tutto questo auspicando che sia solo un primo step per una collaborazione futura sempre più proficua>.

 

Share

Potrebbero interessarti anche...

Share
Share